© 2014 by Patrizia Bisi

Children Village FNH/FWHC  Bhakunde (Pokhara) Nepal

HELP NEPAL

 

Questi i dati per gli aiuti da inviare alla Fondazione FNH/FWHC Children Village Bhakunde (donazioni fiscalmente detraibili). Grazie per ogni piccolo o grande aiuto. I contributi versati andranno per il mantenimento dei nostri cento bambini e ragazzi fino alla maggiore età, la nostra scuola interna e l'ostello di Kathmandu.

A favore di: Freundeskreis Nepalhilfe e.V.
Banca: VR Bank eG Biedenkopf-Glad Bach
IBAN: DE73 5176 2434 0069 5697 06 
SWIFT / BIC: GENODE51BIK

 

Ci troviamo alle pendici del monte Machapuchare, nella catena dell'Himalaya. A Bhakunde, 8 km da Pokhara, 200 km da Kathmandu. In questo "villaggio" ci sono quattro case, ciascuna con 20/25 residenti di età variabile dai 3 ai 15 anni, c'è una scuola - materna, pre-primaria e primaria - un campo di pallone e un campetto giochi, l'orto, il giardino. Un piccolo angolo di paradiso, se il Children Village non fosse un centro di accoglienza per orfani o semi-orfani che vengono da situazioni di estrema povertà: ciascuno portatore di memoria del tempo trascorso in qualche girone di un inferno di miseria, abbandono, abusi, violenza. Bambini a cui è stata rubata l'infanzia, che devono scendere a patti con questa mancanza e farsi grandi comunque. Da più di dieci anni trascorro al Children Village gran parte dell'anno come cooperante volontaria e corriera d'amore, l'amore di coloro che sostengono a distanza i nostri children e potendo vengono a conoscerli: una piccola comunità di italiani cresciuta grazie alla rete di amici che hanno raccolto il mio appello. Perché se questi bambini hanno bisogno di ricevere amore, noi abbiamo bisogno di darlo. Un amore che scavalca consanguineità, parentela, comunanza. Un amore che fa felice chi lo riceve e chi lo dà, anche da lontano.

Seguiteci su: 

www.facebook.com/Childrenvillagepokhara

 

Per informazioni, patriziabisi@gmail.com

 

La Fondazione FNH (www.nepalhilfe.de), affiliata al Forum for the Welfare of Himalayan Children, è nata dall'incontro di un giovane tedesco, Alexander Schmidt, e una bimbetta che gattonava in una strada di Kathmandu e Alex ha sottratto alle ruote di una macchina. Un salvataggio che avrebbe dovuto concludersi rimettendo la bimba tra le braccia di una madre, un padre, qualcuno. Se qualcuno ci fosse stato. 

Così tutto è cominciato, con la responsabilità di una vita salvata di cui farsi carico. Da qui è nata l'associazione di volontari che ha costruito il Children Village di Bhakunde per dare casa e istruzione a orfani e semiorfani in gravi condizioni di indigenza: accolti indipendentemente dal sesso, religione e casta, come si specifica nello statuto della Fondazione. Un villaggio dove con gli ultimi arrivati, reduci dal terremoto di aprile 2015, vivono 100 bambini. Ed è sorto l'ostello di Kathmandu per permettere ai ragazzi più grandi di frequentare i primi due anni di liceo in una buona scuola della capitale. E il progetto di avviamento al lavoro, che prevede un aiuto finanziario ai ragazzi al termine degli studi.

Posso garantire personalmente, dopo dieci anni di cooperazione con l'organizzazione tedesco-nepalese e frequentazione continuativa del Children Village, che ogni euro donato una tantum per specifici progetti, così come i contributi annuali che versano i nostri sponsors, viene onestamente ed efficacemente investito. Nella manutenzione delle 4 case del "villaggio", dove vivono felicemente i nostri children, la scuola interna (materna, pre-primaria e primaria), gli stipendi degli insegnanti, il computer-lab, i materiali didattici e i pannelli solari, ora in fase di completamento (il razionamento dell'energia elettrica è uno dei maggiori problemi del Nepal), le borse di studio etc. Perché per questi ragazzi nati senza futuro, l'istruzione è la loro prima arma di riscatto.

Grazie per la vostra attenzione.

 

Patrizia Bisi

Portavoce in Italia

della FNH/FWHC